facebook twitter linkedin viadeo
Italiano flagArabo flagInglese flagFrancese flagTedesco flagPortoghese flagRusso flagSpagnolo flag

Categorie

Articoli recenti

Commenti recenti

Sono un consulente marketing

Autore: Francesca Morlino - del: 16 settembre 2016

Sono un consulente marketing e lavoro nel campo della formazione e della comunicazione praticamente da tutta una vita e mi ritengo una persona fortunata perché adoro il lavoro che faccio!

lyoness

Il lavoro con LYONESS mi carica ancor più di entusiasmo e di dedizione perché è il posto giusto in cui posso trasferire tutto il mio know-how e le mie esperienze poiché incontro persone di ogni livello sociale ed economico, dall’ imprenditore irraggiungibile al mio vicino di casa e trasmetto la mia passione per questo lavoro, semplicemente, usando le stesse modalità comunicative e gli stessi mezzi; tutti, INDISTINTAMENTE, possono usufruire gratuitamente delle mie conoscenze per acquisire e fidelizzare nuovi clienti e per ottenere dei benefici economici.
Per meglio comprendere la potenza di questa nuova azienda e il mio entusiasmo nel lavorarci basti pensare che al momento ci sono ben 47 paesi nel mondo e già nei prossimi 5 anni si arriverà a 100 paesi con un miliardo di tessere distribuite che daranno la possibilità di ricevere benefici economici da tutte le nazioni facenti parte di questa azienda, usufruendo in tal modo di un tornaconto eccezionale e di innumerevoli vantaggi correlati.
Questa attività mi appassiona davvero, giorno dopo giorno, mi stimola a raggiungere obiettivi sempre più elettrizzanti e sempre più audaci ed è diventata come una sorta di sfida personale perché amo motivare le persone che incontro e a cui illustro il mio lavoro e perché ci sono inarrestabili prospettive di guadagno e di crescita sia personale che lavorativa.

AMBIENT CREATIVO PER AIUTARE I SENZATETTO!

Autore: Antonio Cotardo - del: 3 settembre 2013

download (1)Finalmente buone notizie!

Una bellissima iniziativa di impatto sociale in un cinema della Germania. Fiftyfifty,un magazine e associazione che si occupa di dare aiuto ai senzatetto, ha creato una campagna d’impatto.

Pensate un po’: in un insieme tra ambush e ambient, in una sala di un cinema è stato staccato il riscaldamento portando così la temperatura a 8°C. Gli spettatori appaiono un po’ spiazzati dalla situazione e dalle coperte a loro disposizione sulle poltrone. Parte allora sullo schermo la testimonianza di vari homeless che commentano la situazione degli spettatori: “8°C non sono niente”.

L’obiettivo della campagna dell’agenzia Havas Worldwide di Düsseldorf è di immergere le persone normali, per quanto si possa farlo ovviamente, all’interno dei problemi quotidiani delle persone più sfortunate, veicolando cosi il messaggio in modo efficace e con un tono diretto ma cordiale (il senzatetto che dice “Ma dai non disturbate le persone al cinema” fa sorridere). Abbiamo anche un ex-clochard che da la sua voce ad una cover di Creep dei Radiohead come colonna sonora. Quindi, scansionando con il cellulare il QRCode appuntato sulle coperte in dotazione ai raggelati spettatori, questi potevano accedere allo spazio per le donazioni libere all’associazione Fiftyfifty.

Bella l’idea e molto efficace la realizzazione, dato che ha portato ulteriore copertura mediatica al problema dei senzatetto in inverno. E quando queste iniziative sono fatte per il sociale ci sentiamo un po’ tutti meglio.

Il marketing a portata di mouse! :) :) :)

IL MARKETING D’ANTICIPO : UNO SBADIGLIO?? SUBITO IL CAFFEE’!

Autore: Antonio Cotardo - del: 1 settembre 2013

downloadUdite udite!

Ebbene si, siete in aeroporto, avete appena affrontato un viaggio di diverse ore e il vostro prossimo volo parte soltanto tra 4 lunghissime ore. Lo stress e il jet-lag si fanno già sentire, così a correre in aiuto è un produttore di caffè olandese, Douwe Egberts, che ha fatto installare in un aeroporto di Johannesburg uno speciale distributore di caffè, privo di pulsanti, riportante solo il marchio del produttore. Nel video della campagna pubblicitaria infatti vedrete diversi passeggeri avvicinarsi al distributore e rimanere interdetti data l’assenza di comandi. Alcuni di loro, ancora sofferenti della stanchezza, si lasciano scappare degli sbadigli. Ed ecco che il distributore parte: un bicchiere di carta viene riempito con un buon caffè caldo per ricaricare le batterie del passeggero stremato. Tutto questo è possibile grazie all’avanzatissimo software di cui è stata dotata la macchina. Si tratta di un programma di riconoscimento facciale in grado di distinguere quando una persona sta sbadigliando. Il distributore fa parte della campagna “Bye bye red eye”, in italiano “addio occhi rossi”, ovvio riferimento all’arrossamento dovuto alla stanchezza. Come si legge a inizio video, da alcuni studi è emerso che molti decidono di acquistare il caffè Douwe Egberts dopo averlo provato e per questo il distributore è stato installato proprio dove può essercene più bisogno, per far provare il brand alla potenziale clientela. L’idea è senza dubbio geniale: donando un caffè ai bisognosi, il brand crea un particolare feeling con la clientela, che si sentirà coccolata e, addirittura, soccorsa nel momento del bisogno. Con questeassociazioni positive legate al marchio è molto più probabile che l’acquirente sceglierà proprio quel caffèpiuttosto che un altro. È questo tipo di affezione che rende un brand (e le sue campagne) un vero successo. Punto di forza della campagna è la “viralità”: il video viene condiviso perché “divertente” e intanto fa conoscere su scala mondiale il marchio, sfruttando l’effetto di risonanza che solo i social, come Facebook, Twitter e Google+, possono dare. Non ci resta che sperare nell’installazione di distributori simili anche nei nostri posti di lavoro e nelle nostre stazioni. Del resto chi disdegnerebbe mai un bel caffè fumante nel momento di vera necessità?

Il marketing a portata di mouse! :) :) :)

Malaga, la regina della Costa del Sol

Autore: admin - del: 1 luglio 2011

Malaga, sesta città spagnola per popolazione, è la capitale culturale ed economica della Costa del Sol, con i suoi 160 km di costa. Lo spirito allegro e variopinto la rende accogliente e meta di consistenti afflussi turistici. Feste folkloristiche, locali ed eno-gastronomia la rendono appetibile, in una cornice di storia e cultura.

Il piano di marketing territoriale della città mira a consolidare la posizione competitiva della Costa del Sol nel mercato turistico mondiale e ad elevare il livello di qualità della vita delle persone nella Costa del Sol, che siano residenti o turisti. A partire dagli anni ’80, la città ha registrato in 10 anni un aumento del 71% del flusso turistico.

Le strategie di sviluppo strategie di sviluppo messe in atto sono state pensate al fine di aumentare la soddisfazione del turista, principale fonte di reddito per la città. L’attenzione pertanto è stata indirizzata verso un miglioramento della qualità dei servizi, della pulizia e della sicurezza della città, del potenziamento delle infrastrutture, dell’organizzazione di importanti eventi.

Nel 2008 la città ha aderito al progetto Europamel@, il portale europeo dell’Arco Mediterraneo-Latino, il cui obiettivo è quello di riflettere sulle realtà, le sfide e lo sviluppo di questo territorio, che si stende si estende dal Sud della Spagna al meridione italiano, passando dal Sud della Francia , per assicurare una maggiore visibilità politica ed economica allo stesso.

Università Lum Jean Monnet

Corso di marketing internazionale a.a. 2010/2011

Di Gelao Maurizio

Prof. Roberto De Donno

Pagina 1 di 3123

Categorie

Banner

Articoli recenti

Commenti recenti

Banner